domenica 27 maggio 2018

Cap de Formentor

Oggi giornata nuvolosa con temperature perfette per il lungo di bici. Quel lungo di cui vi parlavo qui nel riassunto della settimana 7, suppergiù tre ore.

Siamo andati a Cap de Formentor. Quel giro mi piace da morire. Però non è un giro da fare quando l'isola è piena di turisti e quando il cielo è nuvoloso perché i turisti non stanno in spiaggia, affittano una macchina e vanno...a Cap de Formentor. Questo avevo detto al mio bello prima di uscire. Però malgrado il cielo nuvoloso abbiamo contato sul fatto che non siamo ancora in alta stagione e siamo partiti lo stesso. 

Non è un giro ad anello, possiamo scegliere più strade per arrivare all'attacco delle salite ma poi cominciata la prima salita c'è solo una strada per arrivare al faro e quindi la stessa per tornare.

Il paesaggio è bellissimo, le spiaggette che riesci a vedere altrettanto. Finita la prima salita ti trovi al Mirador. Una marea di macchine e bus che cercano di fermarsi per qualche foto. Poi fai la discesa serpentineggiante, arrivi a Formentor e risali verso il Cap de Formentor.

In salita le macchine mi superano e poi le raggiungo al mirador quando stanno in fila per un buco di parcheggio. In discesa sono più veloce io. La salita dopo mi risuperano e alla fine le trovo in fila per il parcheggio una volta arrivata alla meta, il faro di Cap de Formentor.

Da lassù faccio sempre qualche foto al paesaggio, sempre nella stessa direzione ma sempre così diverso. Poi riparto pronta per nuove salite :-). 82 km oggi con 1020 metri di dislivello e un bel po' di macchine in fila da dover superare :-). Maiorca è anche questo!

Panorama da Cap de Formentor

Panorama da Cap de Formentor

2 commenti:

  1. Voglio sperare che la folla di auto raggiunge l'apice la domenica. Magari i giorni infrasettimanali non dovrebbe esserci troppa gente, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente ho anche pensato al fatto che fosse domenica e che magari anche gli isolani potessero scegliere quel posto come gita della domenica. Però era pieno di turisti, macchine affittate e quando sono arrivata su e mi sono fermata per le foto il maiorchino non l'ho sentito mentre moltissime altre lingue sì. Credo che ci fosse poca gente del posto. In fondo Cap de Formentor è una meta più per turisti, gli isolani ci vanno in altri periodi credo.

      Il relativo "brutto tempo" è il "problema" qui perché i turisti lasciano la spiaggia e non essendo allenati per andare in bici :-) affittano una macchina e intasano le strade. Si fermano a tutti gli angoli per fare foto, che li capisco perché i paesaggi sono bellissimi però in strade così strette creano il caos e se tu ciclista stai arrivando in discesa a velocità elevata la cosa non è per niente divertente. Però ti devo dire che hanno iniziato con gli affitti delle bici elettriche e si vedono sempre più turisti in giro con quelle. Ancora non mi sono fatta un'opinione chiara su questo fenomeno, se è bene o male. Un problema che ho notato per ora collegato a questi "ciclisti a batteria" :-) è che non essendo ciclisti non sanno comportarsi in bicicletta. Hanno una bici elettrica e pensano di riuscire facilmente a fare le salite, anche le più toste. Vanno con le infradito (li hai presenti? con i piedi con le punte in fuori :-)), non riescono a mantenere una linea dritta, vanno un po' a zig zag, perdono l'equilibrio, le macchine non sanno come comportarsi, noi ciclisti a nostra volta dobbiamo stare attenti alle macchine, ai motociclisti e ora anche ai ciclisti a batteria che sono proprio pericolosi.

      Per quanto riguarda Cap de Formetor una mia amica con cui parlavo ieri e che lavora nel settore del turismo qui a Maiorca mi ha detto che hanno deciso che in estate, quando il flusso di turisti è elevato, chiuderanno alle macchine la strada per Cap de Formentor. Solo autobus e taxi potranno passare...e ciclisti. Anche quella diventerà una meta turistica per privilegiati...anche su questo punto non so che pensare...se non che forse riuscirò a godermi il Cap de Formentor anche in estate :-). In realtà ho un pensiero riguardo gli autobus turistici su quelle strade, sono un disastro (sì, anche quelli :-)). Le curve strette hanno difficoltà a farle e una volta per non sfracellarmi contro un autobus sono finita fuori strada, meno male che ero nella parte interna della strada altrimenti volavo giù dal dirupo...vabbè potrei continuare a scrivere per ore e ore :-).

      Elimina

Happy to read from you :-)