mercoledì 6 giugno 2018

I problemi dell'Aloe vera

L'aloe vera ha dei problemi, almeno quella che abbiamo noi in vaso in terrazza.

Ho sempre un tubo di gel di aloe vera in casa. Da anni. Quando in cucina mi brucio maneggiando pentole bollenti metto subito uno strato di gel e avviene il miracolo, il bruciore passa e la vescica non si forma. Trasferendomi a Maiorca mi ero detta, una pianta di aloe vera devo averla.

L'abbiamo comprata e ci sembrava stesse benissimo, verde e in forma. L'avevate intravista se ci avete fatto caso nel post sulla lavanda, in questa foto, già qui si vedevano segni di sofferenza per chi li sa riconoscere.

Piante in terrazza

Dopo un po' ha cominciato ad imbrunire e a diventare molle, il mio bello aveva pensato che avesse bisogno di più sole. L'ha spostata in un posto al sole. La situazione è peggiorata.

Pianta di aloe vera

Sono andata a cercare su internet, tutto sbagliato! Abbiamo fatto tutto in modo sbagliato.
  1. L'abbiamo comprata e l'abbiamo messa direttamente fuori, sbagliato, venendo probabilmente da coltivazione in serra,  avrebbe avuto bisogno di un periodo di adattamento, un po' fuori un po' dentro.
  2. L'abbiamo messa in un posto con molte ore di sole, sbagliato, un po' dentro e un po' fuori ma in ombra.
  3. L'abbiamo spostata in un posto assolato per la gran parte del giorno, sbagliatissimo!! Ombra, ombra e ancora ombra doveva essere!
Ora l'ho messa in ombra, ma siccome un posto sempre in ombra non lo abbiamo la sposto con lo spostarsi dell'ombra.

Ho letto che se le radici sono danneggiate probabilmente non c'è niente da fare, se invece sono sane allora se la può cavare. Aveva fatto anche una pianta figlia che purtroppo sta nelle stesse condizioni, bruna e molliccia, la vedete nella foto sopra. Aspettiamo e vediamo come andrà.

Intanto mi sembra di aver capito che le piante in vaso siano più complicate da gestire che quelle in terra, l'altra che soffre è la gardenia, ma che dobbiamo fare???

4 commenti:

  1. Dove c'è molto sole le piante muoiono anche sul mio balcone certo l'umidità della Svezia era una benedizione per le piante. Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo semplicemente accettare la cosa, qualcuna riuscirà a sopravvivere :-). Intanto leggo ogni giorno e cerco di trovare le più adatte.

      Elimina
  2. Io sono una frana con le piante (diciamo che mi dimentico di accudirle).
    Io chiederei a Sara (autrice di un blog che leggo) o guardarei nei link "giardinicoli" del suo blogroll... è una possibilità.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, dal blog di Sara passo ogni tanto, mi sembra di ricordare che non vada matta per le acidofile, il che vuol dire che non va matta per la gardenia :-).

      Elimina

Happy to read from you :-)