sabato 9 giugno 2018

96 km in bici e poi al mare :-)

Oggi siamo arrivati a Valldemossa in bici. Andati per una via e tornati per un'altra i km pedalati tra pianura, scalata fino a Valldemossa e discesa sono stati 96, tre ore e la paura passa. Ormai si va veloci :-).

Come vi raccontavo, quando arriviamo in bici a Valldemossa è per allenamento e quando ci si allena non c'è tempo di visitare i paesini. In cima alla salita, prima di girare e scendere ho fatto veloce una foto, schermo scuro, occhiali da sole e sole non mi hanno fatto vedere cosa stessi fotografando, sapevo di certo che avrei preso la strada per il resto mi sono buttata, qualcosa viene sempre :-).

Faccio sempre foto, per non dimenticare. Quando aprii il blog Nel sud del nord lo feci perché mi ero accorta che stavo dimenticando l'italiano e quella cosa proprio non doveva accadere. Quando lo aprii sapevo anche che avrei lasciato la Svezia e pensavo che lo avrei fatto più velocemente di quello che è stato, dall'apertura del blog alla partenza dalla Svezia di anni ce ne ho messi quattro e poco più. E in quei quattro anni ho fotografato, fotografato e fotografato. Lo scrivo, amo i blog con foto. Non quelli con foto perfette, studiate ed elaborate. Nella falsa perfezione ho vissuto 16 anni, mi ha stancato.

Faccio sempre foto e quando il mio bello mi propone di allenarci insieme gli dico sempre "però sai che almeno una foto devo farla" :-). Le mie foto sono spesso foto in "velocità", non ho tempo di pensare agli angoli, la luce, le esposizioni. Cioè ci penso pure ma poi faccio quello che posso nei pochi secondi che ho, nel posto dove ho sganciato la scarpa dal pedale. E l'unica foto durante l'allenamento di bici di oggi è stata questa. In cima alla salita, all'entrata di Valldemossa, un po' affaticata e con il sudore negli occhi, ma che sole! Tanto le viuzze e le piante ve le ho già fatte vedere :-).

Valldemossa

Poi siamo andati al mare per l'allenamento di nuoto e lì in tranquillità :-) ho potuto fare altre foto. Ma per gli allenamenti andiamo spesso nello stesso posto e quando mi guardo intorno per una foto alla fine la faccio sempre nella stessa direzione, che non c'è poi molto da far vedere.

Port d'Alcudia

E così fatte le foto mi sono messa a leggere il libro preso in biblioteca "L'assassinio di Roger Ackroyd". Che guai a mollare, 'sto spagnolo prima o poi riuscirò a parlarlo come lo svedese :-).

L'assassinio di Roger Ackroyd

Nessun commento:

Posta un commento

Happy to read from you :-)