martedì 18 settembre 2018

Quando rinvasare le piante

Mi domandavo quando è tempo di rinvasare le piante. Volevo cambiare vaso ad alcune che secondo me lo avevano o troppo grande o troppo piccolo e sistemare altre che ho prelevato qua e là :-).

Domenica prima di un temporale tremendo ho cominciato questo lavoro insicura se fosse stato il periodo giusto o se le piante subissero troppo stress, ma mi sono detta di provarci che la vita è troppo corta per aspettare. Il mio bello proprio ieri mi chiedeva quanti anni penso che ci vorranno affinché tutte le piante che raccolgo diventino abbastanza grandi da poter essere chiamate piante...che la residenza ce l'abbiamo per cinque anni e poi non si sa che facciamo :-). A me sembra che alcune, quelle che non muoiono :-), crescano abbastanza veloci.

Per esempio questa delosperma. L'avevo comprata ad aprile e fioriva bellissima di fucsia.

Foto di delosperma in fiore

Poi ha cominciato a crescere ed allungarsi, ho provato anche a riprodurla ma non ha funzionato, forse il periodo era sbagliato?

Foto della pianta delosperma

Ed ora si presenta così, vorrei passarla in un vaso più grande e magari provare di nuovo a ricavarne un'altra pianta ma domenica causa un temporale tremendo non ho fatto in tempo.

Foro della pianta delosperma

Questa pianta l'ho tenuta in un angolo al sole dove le temperature raggiungevano i 50 gradi e ha resistito benissimo per cui è una pianta che assolutamente vorrei riuscire a riprodurre.

domenica 16 settembre 2018

L'isola Sa Dragonera vista da La Trapa

Venerdi dopo aver finito dalla polizia e aver ottenuto la residenza siamo andati a fare un trekking.

Uno di quelli semplici, che è anche risultato corto. Con due ore siamo andati e tornati. Volevamo raggiungere la Trapa per vedere l'isola di Sa Dragonera.

Foto dell'Isola di Sa Dragonera
Io a La Trapa con sullo sfondo l'isola di Sa Dragonera
Quando andiamo a Palma se il tempo a disposizione e quello meteorologico ce lo permettono cerchiamo sempre di approfittare per visitare qualcosa, o la città o la natura (che io preferisco :-)). Ad aprile avevamo conquistato el Puig de Galatzó, una delle discese più difficili fatte qui a Maiorca. Questa volta invece ci siamo diretti invece verso La Trapa. Nessuna cima conquistata ma una camminata facile e piacevole.

Il sole non lo abbiamo visto ma la tantissima umidità si è sentita! Questo periodo sembra essere umidissimo!

Sentiero verso La Trapa sull'isola di Maiorca
Verso La Trapa
I paesaggi sono come sempre belli e rocciosi :-).

La costa ovest di Maiorca
La costa ovest di Maiorca
E le viste spettacolari! Soddisfatta anche di questa camminata :-).

venerdì 14 settembre 2018

Abbiamo la residenza!

Non so come funziona in Italia perché ci sono nata e non ho mai dovuto chiedere il permesso per viverci.

So come funziona in Svezia dove ottenni prima il permesso di soggiorno per un anno, poi uno per un altro anno e alla terza richiesta ottenni quello permanente. Dopo più di 10 anni, per motivi sportivi, chiesi la cittadinanza svedese e l'ottenni.

E ora so anche come funziona in Spagna, o forse dovrei dire a Maiorca, perché oggi siamo andati a Palma e una volta consegnata la richiesta ci hanno dato direttamente la residenza per 5 anni. Ora possiamo ufficialmente vivere a Maiorca legalmente!

Cattedrale di Palma
La cattedrale di Palma fotografata dalla macchina in corsa :-).
Si può vivere in Spagna tre mesi come turista, dopo, se uno vuole rimanere nel pieno rispetto della legge, deve chiedere la residenza.

La residenza si richiede all'ufficio per gli stranieri presso la polizia. Eravamo stati lì a luglio e dopo aver appurato che veramente eravamo svedesi :-) e raccontata la nostra situazione ci dissero che non ci sarebbero stati problemi per ottenerla. Dovevamo pagare una tassa di 12 euro a persona, compilare un modulo ciascuno, allegare i documenti richiesti e poi prendere due appuntamenti via internet per consegnare le richieste e i documenti lì a Palma.

Così facemmo, raccogliemmo tutti i documenti necessari, pagammo la tassa e via internet prendemmo due appuntamenti. Era estate piena e anche i poliziotti vanno in vacanza, i primi appuntamenti liberi erano per il 14 settembre, oggi, 5 mesi e qualche giorno dopo il nostro trasferimento a Maiorca. Durante queste settimane di attesa ci siamo chiesti più volte se sarebbe veramente stato semplice ottenere la residenza. Se le informazioni che ci avevano dato erano giuste.

Oggi abbiamo avuto la risposta :-).

Eravamo seduti lì con il poliziotto. Abbiamo cominciato con la mia richiesta dal momento che ero io la prima ad avere l'appuntamento. Guarda il foglio e comincia a spiegare che come italiana posso bla, bla, bla. Sono attenta e non penso al fatto che abbia detto "come italiana". Poi guarda di nuovo la richiesta e mi dice "ah ma tu sei svedese! Sei svedese??" e io "ah sì, è vero sono svedese :-)!". Mi chiede il passaporto e tutto si risolve. Poi guarda il mio bello e chiede "anche tu svedese eh?" Sì, anche il mio bello è svedese :-). E siamo usciti di lì con le due residenze. Per cinque anni possiamo vivere felici a Maiorca!

giovedì 13 settembre 2018

Un'altra tradescantia e la pianta dell'incenso

Mi sono procurata queste due piante :-), un'altra tradescantia e la pianta dell'incenso.

Eravamo andati a controllare un ristorante, nel senso che l'idea non era di mangiare là ma solo di vedere come era. Si trova lungo uno dei nostri giri di bici e pensavamo che sarebbe potuto essere un buon punto di ristoro, ma così non è. Tempi troppo lunghi e piatti troppo complicati non sono una buona combinazione quando uno in un giro lungo di bici vuole solo un boccone leggero e veloce.

Ma guarda un po' io ho sempre le piante in mente :-). C'erano dei bei vasi di piante con delle belle piante e la fortuna ha voluto che le avessero appena potate e che gli avanzi della potatura giacessero ammucchiati belli belli in un angolo...lì, proprio per me! Non potevo non prendere due pezzi :-).

Tradescantia e pianta dell'incenso

Ora stanno nel bicchiere con l'acqua in attesa che io decida che farne. Ho letto che il ramo della pianta dell'incenso lo posso tagliare in pezzi lunghi 10-15 cm (ne verrebbero solo due) e cercare di farli radicare in acqua. Ma che dite, posso fare lo stesso con la tradescantia? Cioè dividerla in pezzi più piccoli?

martedì 11 settembre 2018

Cebolla de mar - Drimia maritima

Questa bellissima Drimia maritima l'ho incontrata durante la camminata di domenica!

Cebolla de mar

Non sapevo il suo nome ma tra un contatto e un altro su Instagram alla fine l'ho trovato, sta nel titolo del post :-).

Una pianta perenne a bulbo della famiglia Asparagaceae. Pensate che il bulbo può arrivare alle dimensioni di 18 cm!! Ed il gambo ad un'altezza di 150 cm, eccolo qua sotto!

Drimia maritima

Nei prossimi giri spero di trovare altri fiori da farvi vedere :-).