Il mio alberello di Natale :-)

dicembre 21, 2018

In Svezia compravamo l'albero di Natale vero, ogni anno!

Che non vi si rizzino i capelli, chi mi seguiva anche in Svezia sa che gli alberi di natale tagliati non hanno niente a che fare con il disboscamento! Gli alberi di Natale si coltivano in piantagioni, queste piantagioni non sono considerate bosco e non sono soggette alla legge forestale. È un po' come qualunque altra coltura. Si piantano e dopo un po' di anni si tagliano, si piantano di nuovo e si tagliano di nuovo, e così via.

Qui a Maiorca non abbiamo comprato nessun albero, non vogliamo quello di plastica, non sapremmo dove metterlo durante il resto dell'anno. Senza albero non abbiamo neanche la necessità di dover avere tutte le "cose" da doverci appendere sopra. Che non avremmo spazio neanche per loro.

Ho raccontato che ho portato alcuni addobbi che avevamo in Svezia e quelli bastano e avanzano...però oggi mettendo in ordine mi sono avanzati delle scatole/scatoloni che avrei buttato e mentre le spostavo da un punto ad un altro ho pensato che potevo provare a fare un albero con il cartone e la lana. È uscito fuori questo :-).

Albero di Natale con cartone e lana

A dir la verità ho tirato fuori tutto quello che avevo, che sono riuscita a portare dalla Svezia. Fili, nastrini, cotone, lana etc, etc. Non ho ancora fatto ordine tra le mie scatole e non sono riuscita a trovare tutto quello che credevo di aver portato. Non sapevo esattamente come farlo e cosa metterci sopra.


E alla fine l'ho fatto semplice, come piacciono le cose a me! Ho usato gli avanzi di lana, che sono piccoli ma che io non butto, 100% lana! Che se non altro vanno bene per fare palline infeltrite. Un vasetto di ceramica che conteneva una candela contro le zanzare. La candela era finita quest'estate e io ho conservato il vasetto che può sempre servire :-).


La sagoma della stella l'ho fatta con un tagliabiscotti. Niente colla, la lana è solo avvolta intorno alla sagoma di cartone e la stella è fissata con uno spillo. Il gambo dell'albero, che vedete nella foto incasinata l'ho ancorato al vaso con uno stuzzicadenti e della gomma. Intorno al vaso ho arrotolato la lana e con quella che avanzava ho riempito il vaso per coprire l'accrocco che ho fatto per farlo stare in piedi. Passate le festo lo smonto e tengo la sagoma, così il prossimo anno magari lo rifaccio :-).

You Might Also Like

12 Comments

  1. Ma è splendido!

    Bellissima idea! :D

    E Buon Natale... fin d'ora :)

    RispondiElimina
  2. Bellissimo il tuo albero.Lo copierò.Ma dimmi quando ripensi all tua vita in Svezia non ti viene un po' di nostalgia? Soprattutto in
    questo periodo natalizio? Chiedo eh? Magari no. Ma da qui la tua vita sembrava cosi organizzata e piacevolmente concentrata sulla natura. Comunque scusa la curiosità
    E....BUON NATALE con affetto anche se non ti conosco ma dopo tanti anni che ti leggo mi sembra che tu sia una mia amica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando ripenso alla Svezia mi vengono i brividi :-). Mi domando come abbia potuto resistere tutti quegli anni. In parte lo so, i primi anni non mi rendevo conto di quella che era la realtà. All'inizio non sapevo la lingua e ci vuole del tempo, molto, prima di capire tutte le sfumature. Molte delle novità che stavo vivendo mi piacevano. Quando mi trasferii là una persona mi disse, vedrai Oriana, ti ci vorranno 10 anni per che capire come è realmente la Svezia. Io pensai che esagerava, la Svezia era un paese perfetto, che cosa c'era da capire! Allora non avevo nessuna idea di quanto lontana fosse la realtà da quello che io credevo. Quando ci ripenso credo che mi ci siano voluti otto anni prima di cominciare a capire e mettere in discussione quello che pensavo della Svezia. Altri quattro prima di farmela diventare insopportabile. E gli ultimi quattro per farmi capire che non avrei potuto continuare a vivere lì senza perdere la cognizione di quella che è la realtà ma soprattutto senza perdere me stessa. Sono sicura che se fossi rimasta là mi sarei ammalata.

      Nostalgia? No, in questi otto mesi via non ho avuto un solo pensiero positivo sulla Svezia, il mio terrore è di dover per un motivo o un altro tornare là. Soprattutto in questo periodo Natalizio? La Svezia, un bella favola che non sta in piedi. Preferisco la realtà :-).

      Sai cosa? Se togliamo il lavoro allora ti dico che nel tempo libero sto più a contatto con la natura qui di quanto ne stessi in Svezia.

      Dai, speriamo di non dover tornare là :-).
      Buon Natale anche a te!

      Elimina
  3. Il mio commento di stanotte ... vaga tra le comete ...
    Brava! Brava!! Brava!!!
    I tuoi coriandoli potrebbero essere le sue palline! Ma è tanto carino già così!
    (-: Ili

    RispondiElimina
  4. Bello l'albero lanoso, semplice come piace a me, che a casa mia si fa solo presepe. Penso che dove ti trovi ora con il clima sia molto meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente il clima gioca un ruolo fondamentale, sì qui è molto meglio...e io ero una a cui piaceva il freddo :-).

      Elimina
  5. Ciao Oriana buon Natale, mi piace il tuo alberello...in un angolo della mia cucina c'è il canovaccio che anni fa mi hai regalato è così bello pieno di disegni di piante , quando lo guardo piacevolmente ti penso Buone feste Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahh che carina che sei! Buone feste anche a te!

      Elimina

Amo i vostri commenti!